Parlare di edilizia: le tavole rotonde di Impredo

Edilizia e maestranze come unico comune denominatore. Nell’anno dei festeggiamenti per i dieci anni di attività, Impredo organizza una serie di tavole rotonde incentrate sulle trasformazioni che sta vivendo il mondo edile, sulla sfida alla sostenibilità ambientale e sul futuro del lavoro in cantiere. Temi dove professionisti del mondo edile si confronteranno, discuteranno per realizzare una panoramica sulla situazione attuale con previsioni sul futuro.

Il lavoro del futuro

S’inizia con le maestranze, portando in primo piano l’eccellente lavoro fatto finora dalla scuola dei mestieri Mastri 4.0. l’Academy creata da Impredo per dare valore al lavoro dei mastri di cantiere. E non solo. In questa tavola rotonda, gli esperti affronteranno l’evoluzione dell’educazione nel settore dell’edilizia. Da scuole di formazione specializzate a programmi di sviluppo interni, l‘obiettivo sarà dotare la forza lavoro di competenze moderne. I temi includeranno l’adattamento dei programmi di studio per includere nuove competenze essenziali, tecnologie didattiche innovative e il rafforzamento della collaborazione tra istituzioni educative e imprese per garantire pertinenza ed eccellenza.

Altro capitolo, altra tavola rotonda: il 28 maggio si parla di come costruire in sicurezza. Questa discussione analizzerà in profondità le strategie di gestione del rischio più efficaci, promuovendo una cultura robusta della sicurezza e il ruolo della formazione continua. Si esplorerà anche come le tecnologie emergenti possano avanzare le misure di sicurezza e come l’industria possa apprendere dagli standard di sicurezza internazionali per assicurare il benessere della sua forza lavoro.

Sicurezza e sostenibilità ambientale

Il mondo edile si sta evolvendo e diventa obbligatoriamente sempre più “green”. Le basi di un’edilizia sostenibile sono il tema di un’altra tavola rotonda organizzata da Impredo per l’11 luglio. I partecipanti esploreranno il ruolo del settore delle costruzioni nell’attenuazione dell’impatto ambientale e del cambiamento climatico. Le discussioni si concentreranno sulle strategie per un’edilizia sostenibile, le ultime innovazioni in materiali eco-compatibili e le certificazioni cruciali che guidano le pratiche di costruzione sostenibile. La tavola rotonda punta a sviscerare le sfide e le opportunità presentate dalla spinta verso l’edilizia eco-consapevole.

Le nuove tecnologie

Non mancherà un’attenta discussione sulle nuove tecnologie, il prossimo 18 settembre, innovazioni che stanno prendendo sempre più piede in edilizia. In particolare, la discussione si concentrerà su come l’intelligenza artificiale e i progressi digitali stiano rivoluzionando i cantieri. I temi includeranno l’impatto specifico dell’IA sui processi costruttivi, l’emergenza di nuovi ruoli professionali, l’ottimizzazione dei tempi e dei costi di costruzione attraverso l’IA e l’evoluzione prevista delle normative relative all’uso dell’IA nei cantieri.

Ogni tavola rotonda avrà una durata di circa un’ora e vedrà la partecipazione di un panel selezionato di esperti tra Impredo, maestri artigiani e imprese partner.