Strategie, pratiche e soluzioni per migliorare la sicurezza nei cantieri edili. Di questo si è parlato oggi, giovedì 13 giugno 2024, nella seconda delle quattro tavole rotonde organizzate da Impredo nell’ambito di un progetto celebrativo per in occasione dei suoi dieci anni di attività. Hanno partecipato alla discussione Monica Benedetti, architetto e coordinatore alla sicurezza per Impredo su alcuni cantieri di Milano; Gianfranco Urbanelli, formatore personale e tecnico operativo presso ELIS, ente no-profit che promuove progetti di formazione; Francesco Micomonaco, ingegnere specializzato sulla sicurezza del lavoro e consulente per Impredo; Claudio Bianchi, manager dirigenziale di BITI, azienda che si occupa dell’installazione d’impianti elettrici e complementari per le aziende e il collega Francis Cannella, responsabile dell’ufficio qualità e sicurezza in BITI. E infine il dott. Egidio Sangue, direttore di FondItalia, Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua promosso da UGL e FederTerziario che finanzia progetti e programmi per la formazione dei lavoratori. L'obiettivo è stato condividere conoscenze ed esperienze per elevare gli standard di sicurezza e benessere nel settore dell'edilizia per mantenere sempre alto il livello di attenzione.

Strategie e soluzioni per la sicurezza in cantiere

“Un’attenta progettazione iniziale è fondamentale – ha dichiarato Monica Benedetti - tavoli di lavoro dove il coordinatore tira le fila per istruire dei professionisti come i progettisti che hanno ancora poca dimestichezza con i problemi concernenti la sicurezza”. Mentre nella formazione è importante “comprendere la cultura della sicurezza - hanno dichiarato Gianfranco Urbanelli e Francis Cannella. Molti i temi affrontati dai professionisti che hanno partecipato all’evento e che hanno offerto un confronto interessante e costruttivo sul tema della sicurezza in cantiere. Guarda il video e ascolta le parole dei partecipanti.